La Divisione di Chirurgia Toracica ha recentemente pubblicato un’analisi dell’attività robotica per la cura del tumore al polmone in fase iniziale eseguita negli ultimi 10 anni (Novembre 2006 – Dicembre 2016).
In totale sono stati analizzati 363 interventi di chirurgia toracica robot assistita (RATS), di cui 29 segmentectomie, 207 lobectomie e 3 pneumonectomie.
L’analisi ha mostrato una mortalità a 30 giorni dall’intervento pari allo 0% e a 90 giorni pari allo 0.3%. La sopravvivenza a cinque anni è stata calcolata pari allo 91.5%. Inoltre tutti i pazienti che hanno subito la pneumonectomia a cinque anni sono vivi e liberi da malattia.

Questi dati sottolineano non solo l’importante contributo dell’attività robotica nella lotta contro il tumore del polmone, ma anche l’eccellenza oncologica che la Divisione rappresenta.

Per maggiori informazioni l’articolo è disponibile qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.