PROCEDURE DIAGNOSTICHE E TERAPEUTICHE

EBUS-TBNA (Ecografia Transbronchiale)

L’EBUS (Endobronchial Ultrasound) è una nuova tecnologia broncoscopia mininvasiva che grazie ad una sonda ecografica consente allo specialista pneumologo la visualizzazione delle strutture centrali mediastiniche e del parenchima periferico polmonare, altrimenti non raggiungibili con la broncoscopia tradizionale.
L’EBUS vieni utilizzato in molti casi di tumore del polmone per la valutazione dei linfonodi mediastinici (stadiazione mediastinica), per la diagnosi di noduli polmonari periferici, dei linfonodi mediastinici ingranditi e affetti da altre patologie, per la diagnosi delle patologie benigne polmonari e mediastiniche, dei timomi, della tubercolosi e della sarcoidosi.
La procedura non richiede l’anestesia generale (non richiede l’intubazione) e viene eseguita in sedazione ottimale con l’anestesista, garantendo così il massimo confort e sicurezza ai pazienti.
Con l’utilizzo dell’EBUS si aumenta sensibilmente l’accuratezza diagnostica della biopsie trans bronchiali sotto guida fluoroscopia e dell’agoaspirato trans bronchiale che prima dell’avvento di tale tecnica veniva eseguito alla “cieca”.
Le broncoscopie con EBUS-TBNA vengono eseguite in collaborazione con l’anatomopatologo in sala endoscopica che fornisce  l’adeguatezza immediata del materiale prelevato (ROSE: Rapid on-site Cytologic Evaluation) garantendo la massima diagnostica della procedura.
L’EBUS-TBNA è inoltre una metodica ideale per ottenere nuove biopsie nei pazienti oncologici per la ricerca delle mutazioni genetiche tumorali che possano guidare le terapie mirate con farmaci biologici.

BRONCOSCOPIA RIGIDA E POSIZIONAMENTO DI STENT

La broncoscopia  rigida  viene eseguita utilizzando un broncoscopio rigido in anestesia generale.
Tale procedura permette di ricanalizzare le vie aeree principali (trachea e bronchi principali) ostruite da lesioni endoluminali, ripristinando così la pervietà delle stesse.
Al fine di ottenere tale risultato le lesioni vengono asportate meccanicamente o con l’utilizzo della laser-terapia.
Nei pazienti con lesioni endoluminali non completamente ricanalizzabili ed in quelli con distorsione dell’albero tracheobronchiale da compressione ab-estrinseco ci si avvale anche del posizionamento di protesi (stent endobronchiali) con finalità palliativa per garantire la pervieta’ delle vie respiratorie.

PLEUROSCOPIA

È una procedura simile alla laparoscopia ma quando eseguita nel torace viene chiamata pleuroscopia o toracoscopia medica.
Viene eseguita in casi di versamento pleurico recidivante per la diagnosi delle possibile cause del versamento ed in casi di malattia oncologica metastatica.
Richiede l’utilizzo di uno strumento (flessibile o rigido con una telecamera) che viene inserito nella cavità toracica attraverso una piccola incisione permettendo di eseguire procedure diagnostiche e terapeutiche all’interno del torace.
La procedura viene eseguita in anestesia locale con sedazione o in anestesia generale.

AMBULATORIO DI PNEUMOLOGIA INTERVENTISTICA

L’istituto europeo di oncologia offre un ambulatorio di pneumologia interventistica dedicato ai pazienti che richiedono una valutazione preliminare all’esecuzione delle procedure di pneumologia interventistica.